C come Canberra


Australia, ufficialmente il Commonwealth dell'Australia, è il sesto Paese del mondo per estensione, il più grande dell'Oceania e dell'intera Australasia. Ha una popolazione di circa 23 milioni di abitanti. Nei secoli passati, il nome fu assegnato in relazione all'antica espressione latina "terra australis incognita" che indicava un immaginario continente occupante tutto l'emisfero australe, cioè "a sud" dell'equatore terrestre; tale nome deriva dal latino australis, e cioè meridionale, a sua volta dal greco αυστηρός, e cioè severo, rigoroso, aspro, secco, perché, anticamente, il nome indicava l'ostro o austro, un vento caldo che, tuttora, nel Mediterraneo, spira da sud (in Italia viene anche chiamato coi nomi di Libeccio e di Scirocco) e che, a sua volta, deriverebbe dalla radice indoeuropea aus-, cioè bruciare, disseccare, da cui derivano anche i termini aurora e austero, ma non è da confondersi col nome "Austria", che invece sta a indicare più una traslitterazione del germanico est, e cioè est.


La nostra ambasciatrice Haalo ci porta in Australia con la ricetta del Peach Melba.

Ingredienti (per due porzioni):

  • 2 pesche mature (non nocciolo) 
  • 150 grammi di lamponi freschi 
  • 50 grammi di zucchero a velo
  • gelato al latte (o il vostro gelato alla vaniglia preferito)

Preparazione:
Segnate la base di ogni pesca con una X. Sbollentate le pesche in acqua bollente per 5 secondi e poi trasferitele in una ciotola di acqua ghiacciata. Sbucciatele con cura, quindi tagliatele a metà. Mettete le pesche su un lato del vassoio con il taglio verso alto, spolverate di zucchero a velo e mettete a riposare in frigo. Frullate i lamponi con lo zucchero a velo e poi setacciateli per eliminare eventuali semi.
Per servire, riempite una ciotola con il gelato. Posizionavi sopra (con cura) metà pesca e coprite con la purea di lamponi. Servite immediatamente.

ORA TOCCA A VOI!

B come Balarampur


L'India, ufficialmente Repubblica dell'India, è uno Stato dell'Asia meridionale, con capitale Nuova Delhi. È il settimo paese per estensione geografica al mondo (3.287.263 km²) e il secondo più popolato, con 1.175.000.000 abitanti (censimento 2012)[8]. È bagnato dall'oceano Indiano a sud, dal mar Arabico a ovest e dal golfo del Bengala a est. Possiede una linea costiera che si snoda per 7.517 km. Confina con il Pakistan a ovest, Cina, Nepal e Bhutan a nord-est, e Bangladesh e Birmania ad est. I suoi vicini prossimi, separati dell'oceano Indiano, sono lo Sri Lanka a sud-est e le Maldive a sud-ovest.


La nostra ambasciatrice Cinzia ci porta in India con la ricetta de Pav Bhaji:

Laadi Pav 

Ingredienti:
  • 250 g di farina 0 
  • 130/150 g di latte tiepido 
  • un cucchiaio di olio o di burro ammorbidito 
  • 1 cucchiaio di miele o di zucchero 
  • 1 cucchiaino di sale 
  • 1 cucchiaino di lievito secco o 5 g di lievito di birra 
  • burro fuso per spennellare a fine cottura
Preparazione:
Sciogliete il lievito fresco nel latte. In una ciotola mettete la farina e lo zucchero, iniziate a impastare aggiungendo il latte a filo, l’olio (o il burro) e per ultimo il sale. Deve risultare un impasto molto morbido. Formate una palla e mettete a levitare in una ciotola unta, coperta, fino al raddoppio. Trasferite poi sul piano di lavoro e dividete l’impasto a metà, poi in quarti e infine in ottavi. Formate una pallina per ogni ritaglio e mettetele a lievitare in uno stampo rettangolare leggermente distanziate tra loro e coperte con un panno umido per circa 30/40 minuti. Infornate a 200° per 10/13 minuti, non devono scurire molto. Una volta tolte dal forno spennellate con il burro fuso e lasciate raffreddare su una griglia.

Bhaji

Ingredienti:
  • verdure miste (carota, cavolfiore, fagioli, piselli) 
  • 1 patata grande 
  • 1 cipolla grande, tritata 
  • 2 pomodori grandi 
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere 
  • zenzero fresco grattugiato 
  • olio extravergine di oliva 
  • curcuma 
  • peperoncino rosso 
  • coriandolo 
  • cumino 
  • garam masala 
  • coriandolo fresco
Preparazione:
Cuocete a vapore carota, cavolfiore, fagioli e piselli. Sbollentate i pomodori, privateli della pelle e tagliateli a cubetti. Usate un wok capiente: soffriggete aglio e zenzero in un paio di cucchiai di olio, aggiungete mezza cipolla tritata e cuocete a fiamma vivace finché leggermente traslucida (se necessario aggiungere un goccio di acqua in modo che non bruci). Aggiungete i pomodori e cuocete finché ben morbidi. Schiacciateli bene col cucchiaio. Unite il mix di spezie e cuocete a fuoco medio finché il profumo delle stesse si esaurisce. Schiacciate le verdure con la forchetta o il passaverdura fino ad ottenere un purè e aggiungetelo nel wok. Salate leggermente, diluite con mezzo bicchiere di acqua e cuocete 5/10 minuti finché ben amalgamato, aggiungendo ancora un po’ di acqua se necessario. Prima di servire aggiungete un paioli cucchiai di burro fuso e guarnite con coriandolo fresco tritato.

Pav Bhaji

Sciogliere un paio di cucchiai di burro in una padella. Tagliate (non del tutto) un laadi pav, apritelo e posizionate entrambi i lati interni sul burro fuso e lasciatelo assorbire, rosolandolo leggermente. Mettete il pav su un piatto, aggiungete un paio di mestoli di bhaji di lato (anche dentro) e servite con la rimanente cipolla tritata, qualche goccia di succo di lime fresco e ancora una cucchiaiata di burro fuso.


In India ci siamo mangiati i seguenti piatti:
video
नमस्ते