X di Xi'an

La Cina è il paese più popoloso del mondo, con una popolazione di oltre 1,4 miliardi di persone. È uno Stato a partito unico governato dal Partito Comunista di Cina, con la sua sede del governo nella capitale di Pechino. L'antica civiltà cinese - una delle prime al mondo - fiorì nel bacino fertile del fiume Giallo, nelle pianure della Cina settentrionale. A partire dall'età del bronzo si ha evidenza di strutture feudali, in cui i nobili si raccoglievano intorno a monarchie ereditarie. Vi sono testimonianze di una casata regnante nella prima metà del I millennio a.C., nota come dinastia Zhou, il cui declino condusse alla nascita di un discreto numero di regni indipendenti in competizione per il predominio sulla regione, con stagioni di conflitto che si fecero particolarmente accese nel periodo che va dall'VIII al III secolo a.C.. Nel 221 a.C., lo Stato di Qin sconfisse e conquisto i territori di tutti gli altri stati combattenti, dando vita al primo impero della storia cinese, sotto la dinastia Qin.


La nostra ambasciatrice Carla Emilia ci porta in Cina con i noodles con verdure.
Ingredienti:
  • 240 gr. di noodles
  • 100 gr. di funghi champignons
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 spicchio di verza
  • 100 gr. di germogli di soia
  • 1 pezzetto di zenzero fresco
  • olio
  • salsa di soia
  • salsa agrodolce
Preparazione:
Pulite tutte le verdure e affettate i cipollotti e i funghi, tagliate la verza a listerelle. Fate saltare i cipollotti in uno wok con un cucchiaio d'olio, unite la verza e fatela cuocere unendo l'acqua necessaria. Quando si sarà intenerita, unite i funghi e lo zenzero grattugiato, quindi portate tutto a cottura. Intanto fate lessare i noodles in acqua poco salata, scolateli e uniteli alle verdure, fateli saltare in padella qualche istante, condite con la salsa di soia e quella agrodolce e servite subito.

---
Ora tocca a voi!

W di Wellington

Il nome Nieuw Zeeland (dalla Zeeland, provincia dei Paesi Bassi, il cui nome significa "terra di mare"), fu coniato da un Abel Tasman, un cartografo olandese. Tale nome venne in seguito anglicizzato da James Cook in New Zealand mentre Aotearoa è l'antico nome dato dal popolo Māori all'odierna terra della Nuova Zelanda. Ci sono varie traduzioni del nome originale, ma quello più comunemente usato è "Land of Long White Cloud", che significa "Terra dalla lunga nuvola bianca" (Ao: nuvola; Tea: bianca; Roa: lunga).


La nostra ambasciatrice Monia ci porta in Nuova Zelanda con gli Afghan.
Ingredienti (per circa 25 pezzi):
  • per l'impasto
    • 200 g di burro "pomata"
    • 75 g di zucchero
    • 200 g di farina 00
    • 2 cucchiai di cacao amaro
    • 150 g di cornflakes
  • per la decorazione
    • glassa al cioccolato fondente al 56%
    • noci

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180° e foderate con carta forno due leccarde.
Nella planetaria o con le fruste elettriche, lavorate il burro e lo zucchero fino a ottenere una crema chiara e morbida. A parte, mescolate insieme farina e cacao quindi setacciateli e uniteli al composto in planetaria mescolando per incorporare bene. Infine aggiungete i cornflakes, mescolando con cura. Prelevare porzioni di impasto e formare delle palline grosse circa come un piccolo mandarino, disponetele sulle leccarde e appiattitele con il palmo della mano. Infornate e lasciate cuocere circa 20-25 minuti. Lasciare raffreddare su una gratella, quindi decorate con la glassa al cioccolato e un pezzetto di noce. Fate asciugare il cioccolato prima di servire.